La collina Petrin: siamo a Praga!

La Collina Petrin si trova ai margini della città e regala degli splendidi scorci!

La mattina ci svegliamo presto e ci dirigiamo alla fermata della Funicolare di Pétrin ai piedi della collina, lungo il tragitto facciamo sosta al Monumento alle vittime del comunismo che ci lascia senza parole. Toccante.

https://www.instagram.com/p/_6iKn3S9KZ/?taken-by=unkmdopolaltro

 

Arrivati lì dove doveva partire la funicolare scopriamo che la stazione è abbandonata! Mannaggia!
Muniti di passeggino iniziamo quindi a salire a piedi tra i sentieri sterrati della collina facendo non poca fatica.
Ogni tanto ci fermiamo e ammiriamo Praga dall’alto, il sole che riflette sulla Vltava e il Ponte Carlo!
Rimpiangiamo il comodissimo marsupio lasciato nel nostro appartamento: il tempo è poco e non riusciremmo a tornare a prenderlo, quindi proseguiamo.
In cima alla Collina si trova la Torre di Petrin, una chiesa e il Labirinto di specchi. Dal parco è possibile raggiungere queste attrazioni solo tramite una bella scalinata. Decidiamo quindi di separarci: Davide ed io rimaniamo a passeggiare nel parco, sotto un sole tiepido, ad ammirare il panorama; Paolo affronta la scalinata e raggiunge la torre! Una piccola Tour Eiffel in miniatura, uno scalino dopo l’altro si arriva alla vetta e si può ammirare Praga a 360°.

https://www.instagram.com/p/_6iMIMy9Kd/?taken-by=unkmdopolaltro

 

All’estremità della collina si trova il Monastero di Strahov, famoso per le sue biblioteche e da appassionata di libri quale sono non potevo farmi scappare questa vista. Una volta raggiunto il
primo piano del monastero si può vedere subito una piccola collezione di reperti storici (tra i quali dei manoscritti veramente antichi, ma anche pezzi di arredamento, carte, piccola oggettistica,…) poi, guardando attraverso due porte si può ammirare le due sale della bilbioteca, quella filosofica e quella teologica. Centinaia di volumi, affreschi, stucchi,….
Ci infiliamo nel mucchio, raggiungiamo la porta e rimaniamo pochi minuti ad ammirare questo bellissimo spettacolo! Una volta usciti dal monastero si può percorrere nuovamente il parco, oppure uscire subito sulla sinistra, scendere di qualche metro e … ci si trova nel bel mezzo di Mala Strana con i suoi piccoli locali, le chiese, il castello,…di questo ne parliamo un’altra volta!

https://www.instagram.com/p/_1iLOGy9Cd/?taken-by=unkmdopolaltro

 

INFO e LINK UTILI

  • Per raggiungere la collina Petrin si può salire a piedi o con la funicolare, dovrebbe aver ripreso servizio a marzo dopo lavori di ristrutturazione, meglio informarsi!
  • Per chi va con bambini molto piccoli l’uso del passeggino è decisamente scomodo. Il percorso principale è asfaltato, ma da questo partono numerosi sentieri sterrati e comunque la salita è molta. Un marsupio è più comodo in questo caso.
  • Alcune informazioni dal sito del turismo della Repubblica Ceca.
  • Il monastero di Strahov è aperto tutti i giorni (9-12 e 12.30-17) e si può raggiungerlo a piedi, attraversando la collina Petrin o Mala Strana, oppure si può arrivare con i tram 22 e 23.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.